ACCEDI

 Il servizio fornito

Il servizio di rinegoziazione del debito si articola in 4 fasi principali:

  1. Analisi delle cause del dissesto e valutazione delle reali capacità di ripresa dell'azienda. Attraverso un'approfondita analisi della documentazione contabile degli anni precedenti e della situazione attuale, vengono identificate le cause della crisi e le possibili soluzioni per affrontare il peso del debito e i problemi di cassa e liquidità.
  2. Identificazione delle strategie di uscita dalla crisi e sviluppo di un piano di continuità aziendale. Studio e condivisione con l'imprenditore di un progetto che illustri le strategie e le iniziative con cui il management intende uscire dal periodo di crisi e creazione di un elaborato che evidenzi l'impatto finanziario di tali scelte nei successivi 3/5 anni, anche attraverso simulazioni di differenti scenari.
  3. Stesura della proposta per le istituzioni finanziarie per ottenere il loro supporto. Viene formulata una specifica richiesta alle banche (estensione linee di credito, consolidamento, rinegoziazione rimborso finanziamenti, apertura nuovi finanziamenti …) ed eventualmente ai fornitori.
  4. Negoziazione con le istituzioni finanziarie. Il processo si chiude con la presentazione del piano ai creditori per ottenerne un riscontro.

Il servizio può essere esteso, se necessario, al supporto nei percorsi giudiziali o extragiudiziali, quali asseverazioni (ex art. 67, art. 182 bis) e concordati. Il piano elaborato rappresenta in molti casi la base di partenza per l'avvio di tali processi.

A chi si rivolge

Il servizio si rivolge alle aziende che non riescono a far fronte ai loro impegni finanziari e che, prima di trovarsi in una situazione generale di crisi, riconoscono i segnali (difficoltà a far fronte ai rimborsi mensili del debito, arretrati verso fornitori, ecc…) in base ai quali diventa opportuna la rinegoziazione dei debiti.

Vantaggi per l'azienda

La ristrutturazione del debito si rivela utile alle aziende e agli imprenditori sotto differenti punti di vista:

  1. garanzia, tramite la presenza di consulenti terzi, di oggettività nell'esame dello stato di tensione finanziaria dell'azienda;
  2. condivisione e confronto in merito alle idee strategiche individuate per far fronte alla crisi;
  3. supporto e guida nell'implementazione eventuale delle strategie descritte;
  4. formulazione di una proposta per gli istituti finanziari attraverso l'adozione di un linguaggio adeguato che possa garantire una maggiore probabilità di successo.
I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Maggiori informazioni Ok Rifiuta